Torna alla Home-Page


Home              Contattaci              Regolamento per gli autori e per chi vuole collaborare              Ultimi aggiornamenti nel sito


Astronomia

Mitologia


COSTELLAZIONI ESTINTE
(nate oltre il 1800)

di Claudio Ciofi* e Pietro Torre

Le costellazioni di John Hill
Costellazioni e scienze naturali
oltre il 1800


Emisfero australe
LA LIVELLA:

La costellazione del Triangulum Australe è stata chiamata da J. E. Bode anche Libella ossia la Livella, il tipico strumento dei carpentieri. Bode seguì Lacaille unendo un filo a piombo al triangolo. Questo nome è stato attribuito erroneamente da alcuni alla Squadra (Norma et Regula), ma le indicazioni nelle mappe storiche sembrano smentire ciò. Infatti nella XXa tavola dell’Uranographia del Bode (1801), qui riportata leggiamo: “Triangul. Australe seu Libella” (Triangolo Australe o Livella) mentre più in alto (come vediamo nella mappa a più largo campo sotto a sinistra), sono ben distinte “Regula” (Riga) e “Norma” (Squadra).
Una conferma ulteriore viene anche da un particolare di
un’altra mappa raffigurato sotto, a destra, dove si legge “il Livello”. 




Emisfero australe
STUDIO DEL TIPOGRAFO:

Fu creata da Johann Bode nel 1800 per celebrare il 350° anniversario dell'invenzione della stampa da parte di Gutemberg. Si trovava a est della stella Sirio; farà una sola riapparizione nel Planisfero di Padre Angelo Secchi del 1878, dopodiché non si hanno più menzioni.






Emisfero australe
PALLONE AEROSTATICO:

La costellazione era situata sotto il Capricorno, ed è dovuta a Lalande che la creò nel 1798. Bode la riprese nel 1805, i
n onore dei fratelli Montgolfier, pionieri dei palloni aerostatici; fu posta a sud dell'Acquario e del Capricorno.
Fu rappresentato anche da Secchi col nome italiano di "Aerostato".







Emisfero australe
GATTO:
Grandissimo amante dei gatti, l'astronomo francese Lalande tentò di disegnare l'immagine del suo animale preferito nel firmamento. Lo descrisse nella sua Bibliographie astronomique del 1805 come "Chat" (=gatto in francese). Tale figura sarà menzionata solo da Padre Secchi (col nome italianizzato di "gatto") nel solito planisfero del 1878. Si trovava tra l'Idra e la Macchina Pneumatica.




Emisfero australe
MACCHINA ELETTRICA
Fu creata da Bode nel 1800 per celebrare l'invenzione del generatore elettrico e si trovava tra la Fornace e lo Scultore (costellazione ancora esistente) , che all'epoca venivano anche chiamate rispettivamente "Apparato chimico" e "Apparato dello Scultore".







Emisfero australe
IL BUSTO DI CRISTOFORO COLOMBO (Marmor Sculptile)
Apparve in A mercator Map of the Starry Heavens.(Boston, 1810) introdotta da William Croswell, astronomo americano vissuto dal 1760 al 1834; la costellazione fu dedicata a Cristoforo Colombo, scopritore del Nuovo Mondo, e rimpiazzava quella del Reticolo.


immagine costellazione scoiattolo




Emisfero boreale
LO SCOIATTOLO VOLANTE (Sciurus Volans)
La costellazione fu creata da William Croswell
con alcune stelle della coda del Camelopardalus (costellazione Giraffa, ancora presente tra le costellazioni) nella sua carta celeste (A mercator Map of the Starry Heavens,Boston, 1810)

 

 


 



Emisfero boreale

BATTERIA DI VOLTA:
introdotta dal medico e fisico Thomas Young nel 1807 in onore di Alessandro Volta, era posta sotto la costellazione del Cavallino.




Emisfero boreale
NORMA NILOTICA:
strumento di misura, posto nella mano sinistra dell'Acquario da Alexander Jamieson nel 1822.


Emisfero australe

CIVETTA (Noctua):

Ha rimpiazzato per un po' di tempo la costellazione del "Tordo Solitario". Fu introdotta nel 1822 da Jamieson e poi in un atlante dell'astronomo americano Elijah Burritt, intorno al 1835. Nemmeno questo nome della costellazione è però sopravvissuto.


Emisfero australe
SOLARIUM:
l'origine è sconosciuta. Inserita da Elijha Burritt nel 1835 nel suo Atlas of Heavens, si trovava tra l'Orologio, l'Hydrus, il Serpente di mare e il Dorado.



Emisfero australe
LINEA NAUTICA

Introdotta da Eliza A. Bowen, Astronomy by Observation, New York, 1888:fra la Nave Argo, la Macchina Pneumatica, il Gatto e l'Officina Tipografica, attorno alla Bussola, al posto di Lochium Funis:



Emisfero boreale
CAMMELLO:

Si tratta di un tentativo (fallito) di trasformazione della Giraffa in Cammello da parte dell'astronomo inglese Proctor nel 19° secolo.


Emisfero boreale
UCCELLI:

Antica denominazione di una vasta zona di cielo raggruppante grosso modo le moderne costellazioni del Cigno della Lira e dell'Aquila. Anche la Lira infatti era disegnata come un uccello, un rapace dalle ali aperte all'interno del quale c'era lo strumento musicale; quindi queste costellazioni erano indicate come gli Uccelli boreali, in contrapposizione a quelli (numerosi ma poco appariscenti per splendore di stelle) dell'emisfero australe (Pavone, Gru, Tucano, Fenice, ecc.)




Claudio Ciofi e Pietro Torre in collaborazione con Pasqua Gandolfi
Ottobre 2004 - Gennaio/Aprile 2005 - Febbraio 2008



*Socio dell'Unione Astrofili Senesi (Siena) e del
Circolo Casolese Astrofili "Betelgeuse" (Casole d'Elsa - SI)


torna su



Le costellazioni di John Hill
Costellazioni e scienze naturali
oltre il 1800
 

INDICE

 

Coordinamento: Pasqua Gandolfi
Copyright UAI