Torna alla Home-Page


Home              Contattaci              Regolamento per gli autori e per chi vuole collaborare              Ultimi aggiornamenti nel sito



Fantascienza

2010 ODISSEA DUE
(2010 - ODISSEY TWO)

Arthur C. Clarke


Sono trascorsi nove anni dalla tragica avventura di Discovery, rimasta in orbita nel punto lagrangiano tra Io e Giove; dalla Terra gli scienziati si sono accorti che sta rischiando di precipitare su questa luna .
Gli americani non sono pronti ad affrontare la missione di salvataggio, ma con l'aiuto dei russi viene approntata una missione congiunta.
Sulla Alexei Leonov vengono imbarcati tre americani; Heywood Floyd, uno specialista di sistemi e il dottor Chandra, il padre di Hal 9000, il calcolatore che era stato la causa della morte degli astronauti della precedente missione.
Giunti nei pressi di Giove, in stato di ibernazione, devono essere risvegliati anticipatamente per la presenza di un'altra astronave, la Tsien, cinese.
Con grande stupore l'equipaggio della Leonov assiste all'atterraggio della stessa su Europa, e Floyd raccoglie poi le ultime disperate parole dell'ultimo sopravvissuto sulla luna gioviana che gli confessache c'è vita sotto i ghiacci dove sono atterrati e che da questa forma di vita sono stati distrutti.
La Discovery viene raggiunta e Hal viene gradatamente riattivato.
In seguito Floyd capirà che il malfunzionamento era stato causato da un conflitto tra gli ordini impartiti prima della missione, che causarono poi una psicosi,una schizofrenia nella mente del calcolatore.
Davanti a loro sempre troneggia il monolito, che dapprima non dà segni di vita; in seguito, da questo, come se fosse una porta delle stelle, torna David Bowman…

<<...Nel momento stesso in cui egli metteva a fuoco la mente su queste semplicità geometriche, il rettangolo vuoto si colmò di stelle. L'appartamento d'albergo - seppure era mai realmente esistito - tornò a dissolversi nella mente del suo creatore ; e là, di fronte a lui, ecco il vortice luminoso della galassia …Ecco dove si trovava, alla deriva in quel gran fiume di soli, a metà strada tra i fuochi addensati del nucleo galattico e le solitarie stelle-sentinelle lungo i margini…"

Ora egli appartiene ad una forma di vita, divenuta ormai pura energia, che percorre l'universo coltivando su ogni mondo il nascere e l'evolversi della vita, intervenendo se lo ritiene necessario.
Egli visita Giove ammirando gli esseri che popolano gli ambienti gassosi arrivando fino al nucleo costituito da un diamante grande quanto la Terra.:

<<...esistevano forme ancora più strane, che sfruttavano quasi ogni possibilità della geometria:
aquiloni bizzarri e translucidi, tetraedri, sfere, poliedri, intrichi di nastri ondulati, il plancton gigantesco dell'atmosfera gioviana, erano creati per galleggiare come ragnatele nelle correnti ascendenti, così da vivere abbastanza a lungo per riprodursi; dopodiché venivano spazzate via nel profondo per esservi carbonizzate e riciclate, dando luogo a una nuova generazione... "

Si mette poi in comunicazione con Hal che lo riconosce e riceve da lui un messaggio per la Terra.

Subito dopo una moltitudine di monoliti formatisi nei pressi di Giove innesca un processo che porterà il pianeta a diventare un nuovo Sole che riscalderà Europa, culla di una nuova vita.
Sarà chiamato Lucifero, portatore di luce, e da quel momento la terra avrà due soli.
La Leonov riesce a portarsi fuori dalla zona critica e a tornare sulla terra aiutandosi con la spinta della Discovery, ma HAL 9000 viene distrutto insieme all'astronave.
Su Europa esseri viventi stanno cominciando a porsi delle domande, e il monolito è sempre in attesa.

 

Presentazione della sezione Fantascienza               Indietro            Continua

Indice

 

Copyright Astrocultura UAI  2003