Torna alla Home-Page


Home              Contattaci              Regolamento per gli autori e per chi vuole collaborare              Ultimi aggiornamenti nel sito


Astronomia

Strumenti

La meridiana di Acireale

Questa meridiana occupa un posto speciale in queste pagine. La ragione di questa predilezione risiede nel fatto che essa è la "protagonista" di un film di Diego Ronsisvalle, "Gli astronomi" tratto da un romanzo dello stesso titolo scritto dal padre, Vanni Ronsisvalle, che è stato proiettato e commentato dallo stesso regista, graditissimo ospite, nell'ambito del XXXVII Congresso UAI a Piombino.
Essa si trova nel Duomo di Acireale ed è stata progettata dagli astronomi Wolfgang Sartorius von Waltershäusen ed eseguita nel 1843 dall'Astronomo Frederik Christian Peters da Flensburg, nato in Danimarca nel 1813 e morto in America nel 1890. Sartorius e Peters sono gli autori anche della meridiana nella Basilica di S. Nicola l'Arena a Catania.


Fotografia di Michele Trobia

La meridiana si trova nel transetto del Duomo, dedicato alla SS. Annunziata e a S. Venera, di questa piccola città in provincia di Catania. La chiesa ha una facciata in stile neogotico, opera di Giovan Battista Filippo Basile (1825-1891), autore del Teatro Massimo a Palermo e padre del più famoso Ernesto Basile, grande maestro del liberty. Racchiusa tra due campanili dalla cuspide maiolicata, la parte centrale è arricchita da un bel portale del '600.

Sui due fianchi , l'astronomo Peters ha corredato la meridiana di importanti informazioni di carattere Astronomico, Fisico, Geodetico e Metrico.

Alcune di queste informazioni scaturiscono da calcoli fatti dallo stesso Astronomo e che troviamo riportate nel bel romanzo di V. Ronsisvalle.

- Lo gnomone, ossia il " foro solare" è alto 9,104 mt. sul piano della Meridiana.
- La lunghezza di essa è 16,452 mt.
- L'inclinazione dell'ago magnetico è di 53° 155"
- Obliquità apparente dell'ecclittica: 23° 27' 37".
- Latitudine geografica boreale 37°36' 33"
- Longitudine geografica ad oiriente dell'"Isola di Ferro" (un'isoletta delle Canarie) 32° 51' 10"
- Altezza della meridiana sul livello del mare 159,70 mt.

Così la descrizione nel romanzo: " ...bellissima, persino elegante, decorativa, ricca; il marmista si era cimentato in un appassionato lavoro di intarsio amorevole di figurine in marmo rosso di S. Agata che giravano in tondo lungo l'ellisse di un marmo meno caldo, giallo paglierino del genere Balmoral."

L'opera fu eseguita dallo scultore Carlo Calì di Catania. I disegni delle figure zodiacali sono di Giovan Francesco Boccaccini. L'opera costò più di 300 onze e il Consiglio acese deliberò la spesa perchè l'opera sarebbe stata "di sommo vantaggio per la Comune ponendola in queste parti al par delle grandi città."

*Alcune notizie sono state riprese da un articolo de Il giornale del Majorana di Acireale dal sito Newspaper game

INDICE

 

Coordinamento: Pasqua Gandolfi
Copyright Astrocultura UAI  2003