Torna alla Home-Page


Home              Contattaci              Regolamento per gli autori e per chi vuole collaborare              Ultimi aggiornamenti nel sito


Astronomia

Avvenimenti


L'eclisse totale di Sole - 11 agosto 1999
Hattusas (Turchia)

E' destino strano che un'eclisse debba far soffrire chi la insegue; la beffarda metereologia può sempre rovinare tutto (la visione del fenomeno, ma anche tutta una giornata, una vacanza, un viaggio, un investimento). Del resto ogni luogo sembra voler marchiare di sé questo fenomeno, con la sua presenza, le sue caratteristiche, quasi che la sua storia volesse prepotentemente risaltare fuori con un ultimo, atavico sussulto.
Nella mattina dell' 11 Agosto l'iscrizione dell'antica città di
Hattusas dell'incontro tra il Dio Sole e il Dio delle tempeste sembrava voler coronare quest'ultimo e pendeva forte sulle nostre menti con quella coltre di nubi maledettamente frapposte tra noi e l'evento.

Poi, quando il 1° contatto stava per avvenire il Sole squarciava le nubi e preparava una stretta strada alle fasi del fenomeno che avanzava ora sul crinale, mentre noi svolgevamo tutta la sequenza di osservazioni, foto, esperimenti con la mente alla suddetta iscrizione di Hattusas e gli occhi alle nubi che sembravano continuamente pronte a saltare sulla scena e beffarci.
Si avvicinava il momento faditico ( la totalità) e dalla parte opposta all'avanzamento del disco lunare nuvole irridenti si preparavano ad un titanico scontro: i sogni e le speranze di vedere tal mirabile fenomeno della natura e la fatalità della natura stessa.


La sequenza di visioni è mozzafiato: Venere, i grani di Baily, corona e protuberanze quasi assieme....una nuvola semi dissolta al passaggio davanti ai due dischi per il calore....la totalità....Bello, buio, sinistro, quasi incomprensibile.
La corona si agita e scalpita dietro a quella residua coltre di nubi, tenta di liberarsi dalla gabbia in cui si trova sempre e da cui può sfuggire solo in quelle occasioni, per mostrarsi al mondo e bearlo di sé. Lotta strenuamente, sembra quasi urlare. Ce la fa, poi cede di nuovo, quando però i grani di Baily del 3° contatto la relegano di nuovo al suo posto quasi difendendola dall'ultimo nuvoloso agguato. Due minuti e 15 sec. : l'Eclisse, la Natura, le sue lotte eterne!

 

Claudio Ciofi - fotografie di Maurizio Cabibbo

INDICE

Coordinamento: Pasqua Gandolfi
Copyright Astrocultura UAI  2003