Torna alla Home-Page


Astronomia

Mitologia

 

VENDEMMIATORE (Provindemiator):
costellazione antica la cui traccia è rimasta nella stella Vindemiatrix (e della Vergine) e che rappresenterebbe Ampelo, figlio di un satiro e di una ninfa, amico d'infanzia e primo amore di Dioniso sui monti Ismari in Tracia.
La sua leggenda venne tramandata da Ovidio (Fasti 3, 407-714) e da Nonno di Panopoli (Dioniso, canti X e XI). Secondo Ovidio, Ampelo morì cadendo accidentalmente mentre coglieva grappoli d'uva e venne tramutato da Dioniso (Bacco) nella stella del Vendemmiatore, facente parte della costellazione della Vergine. In Nonno, invece, Ampelo morì mentre stava cavalcando un toro, reso furioso dalla puntura di un tafano mandato da Ate per volere di Era; disperato Dioniso ottenne che il corpo del giovane satiro venisse tramutato in una pianta, la vite, così che dalla sua morte derivasse la prelibata bevanda del vino.

La stella del Vendemmiatore (o Vindemiatrix) indicava agli antichi, col suo apparire prima del sorgere del Sole, l'inizio del periodo della vendemmia (Settembre); oggi, a causa della precessione degli equinozi, l'autunno inizia col Sole nella Vergine, per cui all'inizio del periodo della raccolta dell'uva sono le stelle del Leone a brillare ad oriente verso l'alba.

Piero Torre

 

 

Coordinamento: Pasqua Gandolfi
Copyright UAI